I nuovi contesti della governance urbana

  • Sottotitolo: Città, territorio e ambiti complessi
  • Autori: Celestina Fazia
  • Collana: Città, Ambiente e Territorio
  • NIC: 1
  • Pagine: 176
  • Formato: 17 x 24
  • ISBN: 978-88-95315-16-4
  • Edizione: I - 2012

17,00 € Iva assolta

0019

Abstract

Con gli anni sessanta gli studiosi di città di tutto il mondo si trovano di fronte ad una crescente ondata di conflitti sociali sui temi urbani, mentre le scienze sociali avviano un nuovo sviluppo derivante sia dalla sociologia nordamericana sia dalla loro naturale evoluzione. Un’evoluzione che cerca un rapporto più diretto con l’urbanistica. Una contaminazione reciproca (tra sociologia e urbanistica) che lega settori sì diversi ma solidali negli obiettivi e nei loro “mandati sociali”, vale a dire qualità della vita e qualità urbana.
Dai primi fondamenti di una teoria sociologica della città fino alle teorie psicologiche del comportamento sociale nelle aree urbane, sono stati prodotti diversi punti di vista in merito alla crisi della città e ai desiderata. I pensieri scientifici hanno rappresentato lo stimolo per affrontare con consapevolezza democratica le questioni riguardanti le nuove aspettative di città, per avviare confronti e discussioni declinandone l’utilizzo anche in funzione di un’idea di costruzione partecipata della città futura.
Le ultime riflessioni sono state oggetto di “attenzioni” meditate nelle arene di focus group, nelle audizioni popolari, nei forum online e in tutte le modalità di e-democracy che oggi la tecnologia ci consente di usare avvicinando virtualmente gli attori, i protagonisti delle trasformazioni – volute o subìte – delle nostre città e dei territori. Attori – nuovi e più attenti creatori dell’effetto città –, smart citizen ed end users della complessità del terzo millennio.
Per realizzare un “luogo” funzionale e dei diritti urbani occorrono spazi urbani adeguati e localizzati in modo ottimale, occorre tradurre in termini concreti volontà politico-amministrative legate al diritto all’equità, occorre assicurare l’equilibrio fra diverse e contraddittorie esigenze, e di questo l’urbanistica deve farsi carico. L’urbanistica non è solo una disciplina riservata agli esperti. Occorre coinvolgere la collettività in tutti i processi di trasformazione della città e del territorio con azioni di comunicazione, animazione, consultazione ed empowerment: graduando e differenziando le modalità e il portato delle azioni partecipative, e degli esiti. La “costruzione” partecipata della città e del territorio si attua, infatti, con modalità e con esiti diversi in relazione ai contesti della governance in cui viene praticata, e porta comunque con sé gli effetti positivi derivanti dall’argomentazione pubblica delle scelte tecniche e politiche, grazie (anche) alle quali i luoghi in cui viviamo si trasformano, avvicinandosi o allontanandosi da una certa idealizzazione di città.

    • Sottotitolo: Città, territorio e ambiti complessi
    • Autori: Celestina Fazia
    • Collana: Città, Ambiente e Territorio
    • NIC: 1
    • Pagine: 176
    • Formato: 17 x 24
    • ISBN: 978-88-95315-16-4
    • Edizione: I - 2012

Presentazione

Strategie per ottimizzare la governance multilivello. Assunti teorici

di Francesca Moraci

 

Capitolo I

GOVERNANCE URBANA E GOVERNO DEL TERRITORIO.

STRUMENTI, STRATEGIE E ASSUNTI TEORICI

 

I.1. Ripensare al processo partecipativo: la governance urbana

Il livello “globale” e la dimensione strategica

Il “contesto” locale

Governance e assunti teorici

Le spinte di rinnovamento nelle organizzazioni amministrative e nella costruzione di politiche

La governance nel portato strategico di alcuni piani

I.2. Piani strategici e percorsi creativi per la competitività urbana

Il percorso creativo/strategico e l’implementazione del processo

I.3. Competitività e prossimità relazionale, una questione di scala

Dai modelli geo-economici euro-centralistici agli schemi delle geometrie dei flussi nello spazio euro mediterraneo

I.4. Il cambiamento istituzionale e il rapporto pubblico/privato. Esperienze in corso

L’e-democracy e la governance nella società dell’informazione

Contesti della governance, tra ipotesi testing e spinte competitive

 

Capitolo II

IL RUOLO DELLA GOVERNANCE NEI NUOVI CONTESTI.

AGENDA XXI, VAS E GESTIONE DELLE AREE PROTETTE

 

II.1. Una premessa per la governance e lo sviluppo locale in ambiti complessi

Politiche urbane e rapporti con la nuova “morfologia sociale”

II.2. Nuova “capacità istituzionale” e conflitti territoriali

Strumenti e meccanismi di gestione tra programmazione e co-pianificazione

II.3. Strategie per la gestione delle aree protette in Europa

Gli strumenti introdotti da Agenda 21: i Forum e il Rapporto sullo Stato dell’Ambiente, RSA

La VAS, ambiti di applicazione

 

Capitolo III

NUOVI INDIRIZZI DELLE POLITICHE AMBIENTALI.

SCENARI DI SVILUPPO

 

III.1. Governance, tra pianificazione ambientale e area vasta

Esperienze di partecipazione nel processo di costruzione di strumenti di area vasta

I soggetti pubblici e privati e il sistema della governance nei piani paesaggistici

III.2. Utilizzazione e utilità collettiva: questione aperta

Opzioni sociali e pratiche partecipative

 

Capitolo IV

IL SISTEMA DELLE AREE PROTETTE NEI TERRITORI A SVILUPPO LENTO

 

IV.1. Lo stato delle aree protette in Italia

Orientamenti e tendenze in atto a livello nazionale e regionale

IV.2. Il sistema delle aree protette in Calabria

Discrasie tra quantità di territorio protetto e stato d’attuazione dei progetti e degli strumenti

IV.3. Prospettive e ipotesi d’approccio in tema di governance delle aree protette, del territorio e della città

La questione dell’area vasta

La città “intelligente”

Conclusioni

 

The government and management of transformation: synergy and synchronicity. Governance and the territorial complexity.

Abstracts of book

 

Riferimenti bibliografici

 


 

Autore

Celestina Fazia, Architetto, PhD in Territorial Planning, possiede una decennale esperienza nel campo della pianificazione urbanistica, territoriale e ambientale, sia in ambito di ricerca che in quello professionale. Assegnista di ricerca presso il DSAT dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria e già professore a contratto presso la Facoltà di Architettura e Ingegneria dell’Università Mediterranea, insegna a Master e Corsi di Formazione.

E' componente di numerosi gruppi di ricerca nazionali e internazionali privilegiando come campo di interesse lo studio delle diverse strategie di intervento nel campo urbanistico territoriale e ambientale, del welfare e della governance urbana.

Come esperto in pianificazione urbanistica e paesaggistica e in valutazione ambientale strategica partecipa a numerose gare internazionali e alla redazione di linee guida e documenti strategici ed è consulente di Enti pubblici e società. Svolge attività professionale relativamente ai Piani Strutturali Comunali, alla Valutazione di Impatto Ambientale e alle Valutazioni Ambientali Strategiche. è autrice di oltre settanta pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali, tra monografie e saggi in volumi e riviste specializzate, tra cui si ricorda: C. Fazia, Città Inclusiva Città Sicura, Strategie per la promozione della Sicurezza Urbana, Iiriti Editore, Reggio Calabria, 2011.

Carrello  

Nessun libro nel carrello

Spese di spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Concludi l'acquisto

Newsletter

Ultime notizie

Categorie notizie

© Copyright 2012 - Le Penseur di Antonietta Andriuoli - Via Monte Calvario 40/3 85050 Brienza (PZ) | P.IVA 01652400761