Simplified Complexity - Metodo per la modellazione NURBS avanzata con Rhinoceros

  • Sottotitolo: Metodo per la modellazione NURBS avanzata con Rhinoceros
  • Autori: Giancarlo Di Marco
  • Collana: Grafica & CAD
  • Pagine: 432
  • Formato: 17x24
  • ISBN: 9788895315430
  • Edizione: 1

38,00 € Iva assolta

0047

COS'E' SIMPLIFIED COMPLEXITY


Alcuni utenti incuriositi dal libro Simplified Complexity si stanno domandando se il libro sia un manuale di Rhino. In realtà il sottotitolo dell'opera è Metodo per la modellazione NURBS avanzata con Rhinoceros, dunque si tratta di un metodo e non di un manuale. Simplified Complexity non è un manuale di Rhinoceros, ovvero all'interno non si trova una descrizione puntuale e disarticolata di tutti i comandi del programma, bensì nel libro si struttura un percorso il cui obiettivo è comprendere a fondo la geometria NURBS su cui è basato il programma per dominarla in qualsiasi contesto progettuale, sia esso architettonico, di design industriale o di prodotto. Chiaramente, una volta appresi i fondamenti della geometria NURBS, si aprono descrizioni di alcuni comandi decisamente più approfondite di quelle che si incontrano in un comune manuale. Nello specifico, il libro contiene la descrizione dettagliata di circa 80 comandi, fra cui tutti i comandi di creazione di superfici, probabilmente i più importanti per creare modelli 3D. Se si vuol comprendere a fondo il funzionamento del comando, e soprattutto imparare come ottenere ogni volta il miglior risultato possibile in termini di complessità della superficie risultante, bisogna necessariamente conoscere la geometria NURBS, la topologia NURBS e il funzionamento specifico di Rhinoceros in relazione alla geometria NURBS.Tutto questo, in Simplified Complexity, è la costante del metodo.

Tutto questo, in Simplified Complexity, è la costante del metodo.

 

Citando l'introduzione:

Questo libro non è un manuale di Rhinoceros. Si troveranno descritti e analizzati in dettaglio circa 80 strumenti fra modellazione e analisi, soffermandosi sul perché un comando funziona come funziona, quali sono le implicazioni dal punto di vista della geometria creata con un comando o con un altro, quali sono i vantaggi/svantaggi di utilizzare un certo processo di modellazione anziché un altro, quali sono i trucchi per ottenere risultati geometricamente complicati ma topologicamente più semplici. 

 

ABSTRACT 


La modellazione CAD free-form è uno strumento nato nella seconda metà del secolo scorso come risposta all’esigenza di disegnare e produrre manufatti dalle linee morbide e continue. Negli anni, grazie anche a sviluppi tecnologici nei sistemi di produzione, questo tipo dimodellazione è diventato lo standard in diverse discipline, tra cui il disegno industriale el’architettura, solo di recente l’ingegneria. Simplified Complexity è un metodo perl’apprendimento della modellazione NURBS con Rhinoceros®.Nato dalla sintesi di venti anni di esperienza professionale e di docenza, Simplified Complexityconsiste in un sistema di conoscenze strutturato, ideale per comprendere a fondo il funzionamentodel software e sfruttarne al massimo il potenziale di modellazione.L’idea dietro il metodo Simplified Complexity è che per quanto l’interfaccia del software siaintuitiva, la geometria NURBS resta decisamente complessa; pertanto se si vuole imparare aprogettare in maniera professionale con Rhinoceros® bisogna partire dalla geometria così daprevedere ed evitare la complessità o, laddove ciò non sia possibile, ridurla e ottimizzarla, semplificandola.

 

PRINCIPALI ARGOMENTI

 

1_geometria vettoriale e geometria differenziale

 

2_geometria e topologia NURBS

 

3_creare curve e superfici NURBS

 

4_ottimizzare curve e superfici NURBS

 

5_tecniche di modellazione avanzata

 

6_visualizzazione e produzione

    • Sottotitolo: Metodo per la modellazione NURBS avanzata con Rhinoceros
    • Autori: Giancarlo Di Marco
    • Collana: Grafica & CAD
    • Pagine: 432
    • Formato: 17x24
    • ISBN: 9788895315430
    • Edizione: 1

INDICE


Ringraziamenti


Prefazione – Seamless

di Arturo Tedeschi


Introduzione


1_Nozioni di geometria


1.1 Sistemi di riferimento e coordinate - 1.2 Curve coniche - 1.3 Geometria vettoriale e proprietà di una curva - 1.4 Geometria differenziale delle curve - 1.5 Curvatura di una superficie - 1.6 Interpolazione

 

2_Geometria NURBS


2.1 Bézier e spline - 2.2 B-Spline - 2.3 Che cos’è la NURBS - 2.3.1 Dominio e rappresentazione parametrica della curva - 2.3.2 Grado e ordine - 2.3.3 Vettore dei nodi - 2.3.4 Punti di controllo e peso - 2.3.5 Edit points - 2.3.6 Velocità di una curva - 2.3.7 Orientazione di una curva - 2.4 Continuità - 2.4.1 Continuità interna - 2.4.2 Curve notevoli – il cerchio - 2.4.3 Continuità geometrica

 

3_Aspetti generali di Rhino


3.1 Sistema di riferimento in Rhino - 3.1.1 Cambio del piano di lavoro (CPlane) - 3.2 Unità di misura e tolleranza - 3.2.1 Tolleranza assoluta - 3.3 Record History - 3.4 Disegnare curve intorno a una linea d’asse

 

4_Curve: interpolazione vs. controllo


4.1 La curva interpolata - 4.2 La curva conica  - 4.3 La curva per punti di controllo - 4.3.1 Grado e deformabilità - 4.3.2 Tre regole pratiche per disegnare una curva free-form - 4.3.3 Esempio: ricalcare un disegno organico - 4.4 Tutorial – Costruzione guide - 4.4.1 Preparazione blueprints - 4.4.2 Impostazione blueprints in Rhino - 4.4.3 Ricalco proiezioni 2D


5_Operazioni su curve


5.1 Unione di curve - 5.2 Estensione - 5.3 Offset - 5.3.1 Distanza dell’offset e curvatura - 5.4 Raccordi complessi: blend di curve - 5.4.1 Continuità e regolazioni - 5.5 Curva 3D a partire da proiezioni ortogonali - 5.6 Curva booleana  - 5.7 Manipolazione di una curva NURBS - 5.7.1 Ricostruzione di una curva - 5.7.2 Ricostruzione non uniforme di una curva - 5.7.3 Fit di una curva - 5.7.4 Fair di una curva - 5.7.5 Criteri per la ricostruzione e il fit di una curva - 5.7.6 Inserimento e rimozione di punti di controllo - 5.7.7 Inserimento e rimozione di nodi - 5.7.8 Inserimento di un kink - 5.7.9 Cambio del peso dei punti di controllo - 5.7.10 Cambio del grado della curva - 5.8 Tutorial – Impostare la struttura 3D - 5.8.1 Creare le curve 3D


6_Topologia NURBS


6.1 Topologia rettangolare - 6.1.1 Topologia della sfera - 6.2 Orientazione di una superficie - 6.3 Rappresentazione parametrica di una superficie


7_Superfici NURBS


7.1 Superficie piana rettangolare deformabile - 7.2 Superficie da 3-4 vertici - 7.3 Estrusione - 7.3.1 Estrusione e continuità - 7.4 Rivoluzione - 7.4.1 Rivoluzione con binario - 7.5 Superficie da curve piane - 7.5.1 Superficie da curve piane e inconsistenza - 7.6 Superficie da 2-3-4 curve - 7.6.1 Deformabilità - 7.7 Loft - 7.7.1 Selezione delle curve di sezione - 7.7.2 Scelta dello stile del loft - 7.7.3 Opzioni delle curve di sezione - 7.7.4 Torsioni nel loft - 7.7.5 Loft con sezioni chiuse - 7.8 Sweep 1 - 7.8.1 Interpolazione nello Sweep1 - 7.8.2 Sweep1 con stile Freeform - 7.8.3 Roadlike e rampe elicoidali - 7.8.4 Stile allineato con superficie - 7.8.5 Torsione nello Sweep1 - 7.8.6 Forme tubolari complesse - 7.9 Sweep 2 - 7.9.1 Sweep2 con sezione trasversale in posizione intermedia - 7.9.2 Sweep2 e topologia - 7.9.3 Opzione Add Slash e regolarità dello Sweep2 - 7.9.4 Binari da bordi di superfici - 7.9.5 Superfici notevoli con Sweep2 - 7.9.6 Gestione della complessità dello Sweep2 - 7.9.7 Limiti dello Sweep2 - 7.10 Superficie da rete di curve - 7.10.1 _NetworkSrf: tolleranza e complessità - 7.10.2 _NetworkSrf: costruzione della rete di curve - 7.10.3 _NetworkSrf e continuità - 7.11 Patch - 7.11.1 Punti attrattori - 7.11.2 Digital Terrain Modeling - 7.12 Superficie da mappa di altezza - 7.12.1 Heightfield image - 7.12.2 Funzionamento del comando - 7.13 Tutorial – Modello del pneumatico


8_Lavorare con i punti di controllo


8.1 Manipolazione di una superficie NURBS - 8.1.1 Sfera deformabile - 8.1.2 Inserimento di punti di controllo, nodi e kink - 8.2 Selezione di punti - 8.3 Impostare le coordinate- 8.4 Deformazioni morbide - 8.5 Deformazioni libere - 8.6 Tutorial – Modellare la superficie base


9_Analisi di superfici


9.1 Direzioni UVW - 9.1.1 Comando _Dir - 9.2 Curvatura di una superficie - 9.3 Continuità geometrica - 9.3.1 Analisi zebra - 9.3.2 Analisi del riflesso


10_Interazione fra curve e superfici


10.1 Bordo, contorno e isocurva - 10.1.1 Operazioni sui bordi - 10.2 Intersezioni e sezioni - 10.3 Proiezioni - 10.3.1 _Project - 10.3.2 _Pull - 10.4 Bucature in oggetti con spessore - 10.5 Proiezioni con deformazione minima - 10.6 Gestione della complessità delle curve - 10.6.1 Curve giacenti su superfici e ricostruzione - 10.6.2 Ricostruzione dinamica - 10.7 Creazione di elaborati 2D - 10.7.1 Make2D - 10.7.2 Proiezioni inclinate - 10.7.3 Sezioni - 10.7.4 Sezioni prospettiche


11_Operazioni su superfici


11.1 Tagliare e spezzare - 11.1.1 Memoria della struttura di controllo - 11.1.2 Tagliare o spezzare una superficie chiusa - 11.2 Fillet e chamfer di superfici - 11.3 Offset di superfici - 11.4 Estensione di superfici - 11.5 Raccordi complessi tra superfici - 11.5.1 Sweep 2 - 11.5.2 Superficie da rete di curve - 11.5.3 Blend di superfici - 11.6 Tutorial – Impostare linee di taglio e proiezioni - 11.6.1 Linee di separazione - 11.6.2 Dettagli - 11.6.3 Interni


12_Deformazioni


12.1 Deformazioni notevoli - 12.2 Flow - 12.2.1 Flow su curva - 12.2.2 Flow su superficie - 12.3 Cage - 12.3.1 Tipi di lattice - 12.3.2 Deformazione globale o locale - 12.3.3 Manipolazione del lattice - 12.4 Tutorial – Aggiustamenti vari


13_Incisioni e rilievi


13.1 Disegnare sulle superfici - 13.1.1 Curva su superficie - 13.1.2 Proiezioni - 13.1.3 Metodo delle curve UV - 13.2 Creazione di incisioni e rilievi - 13.2.1 Rilievo con altezza costante - 13.2.2 Rilievo con altezza variabile - 13.2.3 Rilievi tubolari - 13.2.4 Rilievi Blend - 13.2.5 Rilievi Flow - 13.3 Tutorial – Creazione di incisioni e rilievi


14_Modellare per la produzione


14.1 Modellazione solida - 14.1.1 Unione di superfici - 14.2 Raccordi - 14.2.1 FilletEdge - 14.2.2 BlendSrf - 14.2.3 Quando raccordare - 14.2.4 Raccordi e complessità - 14.3 Verifica di un solido - 14.3.1 Naked edges - 14.4 NURBS e mesh - 14.4.1 Topologia mesh - 14.4.2 Produzione: conversione NURBS - Mesh - 14.5 Stampa 3D - 14.5.1 Preparazione del modello per la stampa 3D - 14.6 Taglio - 14.6.1 Stereometria - 14.6.2 Superfici sviluppabili nel piano - 14.7 Fresatura CNC - 14.7.1 Preparazione del modello per lavorazioni CNC - 14.7.2 Nodi e velocità della curva


15_Modellare per la visualizzazione


15.1 Render: conversione NURBS - Mesh - 15.2 Raccordare gli spigoli


APPENDICE


Il coraggio di disegnare

di Davide Lombardi


ONO: Progettare una rivoluzione

di Filippo Moroni


Indice dei comandi


QR code decodificati


Credits


 


 

 

AUTORE


Giancarlo Di Marco è specialista in disegno 3D, disegno parametrico e fabbricazione digitale.Come consulente di Confindustria e CerForm, ha collaborato con diverse imprese all’innovazionedi processo e prodotto.È fondatore e docente presso ARTC.it, un service rivolto a progettisti dell'architettura e deldesign, che offre formazione, prodotti, servizi e consulenze specializzate.In Messico fonda lo Studio Giancarlo Di Marco, laboratorio di disegno, consulenza e formazione.Accademico e speaker in vari congressi internazionali, è docente di disegno e fabbricazionedigitale in corsi di laurea e specializzazione presso l’Università Centro de Diseño, Cine yTelevisión di Città del Messico, dove è responsabile presso il Laboratorio Nazionale di AffectiveComputing e Procedural Thinking.


Carrello  

Nessun libro nel carrello

Spese di spedizione 0,00 €
Totale 0,00 €

Carrello Concludi l'acquisto

Newsletter

Categorie notizie

© Copyright 2012 - Le Penseur di Antonietta Andriuoli - Via Monte Calvario 40/3 85050 Brienza (PZ) | P.IVA 01652400761