La prorogatio dell'organo amministrativo nelle società di capitali

0006
Sottotitolo:
Profili teorici e risvolti redazionali nell'attività notarile
Autori:
Luca Olivieri
Paolo Divizia
Lingua:
Italiano
Collana:
Expressis Verbis
Edizione:
1
Pagine:
136
Formato:
17x24
Anno:
2010
Rilegatura:
Brossura cucita - Soft cover
Stampa:
Bianco e nero
Illustrazioni:
No
EAN:
9788895315072
ISBN:
978-88-95315-07-2
16,50
IVA inclusa Spedizione in Italia in 2 giorni
Quantità
Disponibilità

 

Pagamenti sicuri con carta di credito e prepagate

 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 60,00 €

 

Resi veloci e 14 giorni per ripensarci gratuitamente

La prorogatio dell'organo amministrativo nelle società di capitali

Nello svolgimento dell’attività professionale, accade con una certa frequenza di imbattersi in società di capitali con organo amministrativo in “prorogatio di poteri”.

Sebbene l’istituto abbia un significativo impatto sull’attività notarile, è del tutto assente nel corpus codicistico una disciplina dello stesso; in altre parole, la legge non solo omette di definire la prorogatio, ma di essa non circoscrive neppure con chiarezza la portata applicativa. In questa situazione di lacuna legis, la prassi ha sviluppato vari modi di intendere la prorogatio dei poteri dell’organo gestorio ed evidenti si presentano le incertezze in ordine alla legittimazione negoziale dello stesso durante la vigenza della prorogatio. Detto meccanismo giuridico in forza del quale un organo, anche scaduto, ha la possibilità di continuare ad esercitare di diritto i suoi poteri, si può prestare peraltro a pericolose forme di abuso da parte degli stessi amministratori e della compagine societaria di maggioranza di cui essi stessi sono espressione.

Il libro, dunque, si propone dapprima di inquadrare l’istituto nei suoi tratti dogmatici e di definire gli ambiti operativi dell’amministratore “prorogato”; alcune riflessioni sono state poi dedicate a comprendere fino a quando possa estendersi la prorogatio di un organo, senza sfociare in forme patologiche di abuso del diritto.

Infine, peculiare attenzione è stata rivolta all’analisi dell’ampiezza dei poteri negoziali e rappresentativi dell’organo prorogato, aspetto che ha evidenti ricadute operative sul compito di accertamento delle qualifiche e poteri cui il Notaio è chiamato ad effettuare ai sensi dell’art. 54 r.n. La prima parte del contributo prende in considerazione la società azionaria, con una specifica sezione dedicata alle cc.dd. società partecipate pubbliche (ossia con partecipazione azionaria in mano allo Stato ovvero ad altri enti territoriali minori), per le quali la disciplina amministrativa di settore (l. 15 luglio 1994, n. 444) determina importanti influssi operativi.

La seconda parte del contributo è, invece, interamente dedicata alla società a responsabilità limitata, la cui disciplina, successivamente alla Riforma del diritto societario, presenta diversi vuoti normativi; se ciò, da un lato, consente ai soci di godere di una maggiore libertà nel modellare le disposizioni statutarie volte a soddisfare le proprie concrete esigenze, dall’altro, finisce per creare problemi applicativi, quando le norme dettate dall’autonomia privata siano carenti, mal formulate o addirittura assenti. Come è noto, il Codice Civile non disciplina la durata in carica dell’organo amministrativo della s.r.l. né le conseguenze della scadenza del relativo termine (ove sia previsto).

Il presente lavoro si prefigge lo scopo di indagare a fondo le possibili soluzioni interpretative, rifuggendo da soluzioni semplicistiche e tenendo sempre presenti il carattere di autonomia assunto dalla normativa della s.r.l. rispetto a quella della s.p.a. e la notevole rilevanza delle scelte operate in sede statutaria.

L’analisi viene condotta mantenendo un punto di vista il più possibile vicino alla realtà operativa, con l’esame delle fattispecie concrete che possono presentarsi con maggior frequenza, delle possibili soluzioni redazionali e dei limiti dell’autonomia dei soci. Il lavoro è completato da una Appendice dedicata alla tecnica redazionale, composta di numerosi modelli di clausole da inserire – a seconda delle esigenze – nel corpo dello statuto.

Metodi di pagamento

Metodi di spedizione

chat Commenti (0)