L’evoluzione del sistema scolastico in Italia con uno sguardo al domani

0090
Autore:
Pietro Biagio Panno
Lingua:
Italiano
Edizione:
1
Pagine:
328
Formato:
15x21
Anno:
2021
Rilegatura:
Brossura cucita - Soft cover
Stampa:
Bianco e nero
Illustrazioni:
Si
EAN:
9788895315799
ISBN:
978-88-95315-79-9
15,00
IVA inclusa Spedizione in Italia in 2 giorni
Quantità
Disponibilità

 

Pagamenti sicuri con carta di credito e prepagate

 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 60,00 €

 

Resi veloci e 14 giorni per ripensarci gratuitamente

Il sistema scolastico italiano ha subito negli anni profonde trasformazioni. Vicende storiche, movimenti politici, metodologie didattiche nuove, alternanza di governi, contesti sociali diversi, l’innovazione, la tecnologia, accadimenti imprevisti di carattere anche sanitario, come da ultimo la pandemia, riforme ravvicinate nel tempo, programmi didattici ed esami, soprattutto alle Superiori che cambiano di continuo …, un tormentone che sembra non finire mai. La scuola, però, a parte delle criticità che le si addossano, essendo una istituzione educante, deputata a formare i cittadini del domani, non può essere confinata entro norme immodificabili. Deve necessariamente adeguarsi ai tempi. Il volume ripercorre, quindi, le tappe fondamentali dell’istruzione scolastica in Italia dei diversi ordini di scuola dalle origini dello Stato unitario fino ai nostri giorni. Con il capitolo 1 si illustreranno le leggi Boncompagni, Lanzi e Cibrario, per poi approfondire la legge Casati, che rappresenta l’atto di nascita del sistema scolastico italiano. Si continuerà con il capitolo 2, presentando la legge Coppino, dopo aver parlato della scuola elementare e la lotta contro l’analfabetismo. Procedendo con il capitolo 3, analizzate le riforme scolastiche dell’età giolittiana e la legge Daneo Credaro, si passerà ad illustrare la riforma Gentile del 1923, nonché la carta della scuola di Bottai. Si proseguirà con il capitolo 4 ad analizzare i programmi del 1945, i programmi del 1955 e la scuola nella Costituzione. Si proseguirà con il capitolo 5, presentando le riforme degli anni ’60-’70, in particolare la scuola media unica del 1962, la legge 444 del 1968, relativa alla scuola materna statale, la Riforma degli Esami di Stato del 1969 (Riforma Sullo), la liberalizzazione degli accessi alle Università, per poi illustrare gli organi collegiali della scuola (legge n. 477/1973, n. 5) e i Decreti Delegati (legge 31 maggio 1974), e gli interventi normativi della seconda metà degli anni settanta. Con il capitolo 6, si presenterà la legge 20 maggio 1982, n. 270, nonché i nuovi programmi per la scuola elementare del Ministro Franca Falcucci (D.P.R. 12 febbraio 1985, n. 104). Con il capitolo 7 si illustreranno, in particolare, la legge 5 febbraio 1992, n. 104, il Testo Unico sulla scuola (D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297), la c.d. legge Bassanini, che sancisce e introduce l’autonomia scolastica, gli “Orientamenti” del Ministro Misasi per la Scuola dell’infanzia, la legge sull’abolizione degli esami di riparazione alle superiori, l’attivazione dei corsi di recupero e di sostegno (c.d. I.D.E.I.). Con il capitolo 8 si esaminerà la legge 30 febbraio 2000 in materia di riordino dei cicli di istruzione, per proseguire poi con le riforme dei Ministri Moratti, Fioroni, Gelmini, indi procedere nel capitolo 9 con il progetto di “digitalizzazione” del Ministro Profumo e del Welfare dello studente del Ministro Carrozza prima di analizzare la riforma della Buona Scuola del Ministro Giannini e chiudere il capitolo con la legge 13 febbraio 2020, n. 15, recante “disposizioni per la promozioni e il sostegno della lettura”, con Lucia Azzolina, Ministro dell’istruzione. Con il capitolo 10 si passerà in rassegna la gestione della pandemia, limitatamente al settore scuola. In particolare si presenteranno le misure prese per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 (D.P.C.M., Decreti Legge, Comunicati Stampa) a iniziare dal mese di marzo 2020 fino a settembre 2020, e da ottobre 2020 in poi. Nel capitolo conclusivo (capitolo 11), verranno presentate “idee e proposte per la scuola del futuro”, secondo le indicazioni del Ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi. Il libro è rivolto ai candidati ai concorsi a cattedre e di abilitazione in materia scolastica nonchè agli studiosi in materia scolastica.

Pietro Biagio Panno

PIETRO BIAGIO PANNO (1948), laureato con lode in Economia e Commercio presso l’Università di Napoli, quale vincitore di concorso a cattedre, ha insegnato negli Istituti di 2° grado Discipline Economico-Aziendali. È stato Revisore dei Conti di Enti Locali. Dottore commercialista e revisore legale dei conti per oltre trenta anni è stato Componente effettivo in seno alla Commissione Esami di Stato per l’Abilitazione all’esercizio della professione di Dottore Commercialista ed Esperto Contabile presso l’Università degli Studi del Sannio; Dipendente del Monte dei Paschi di Siena(1974-1977); Commissario in Commissioni giudicatrici per concorsi a cattedre; Presidente di commissione in concorsi pubblici; Presidente e/o componente del Nucleo di Valutazione di cui all’art. 20 del D.Lgs. 29/93; Componente di collegi sindacali di società e della Banca di Credito Cooperativo Cervino e Durazzano. Ha svolto attività di docenza in numerosi corsi di formazione. È Autore dei testi “Il Nuovo Bilancio – Le nuove norme sul bilancio e sul controllo legale dei conti” (Editrice Ferraro,1992), “La Concessione dei Fidi (istruttoria, bilanci, garanzie)” (Editrice Ferraro, 1992),“L'Evasione Fiscale in Italia. Strumenti di Contrasto” (Le Penseur, 2013, 2015), “Politica Monetaria e Politica Fiscale nell’Unione Europea” (Le Penseur, 2017), Bilanci e Operazioni Straordinarie (Le Penseur, 2018).

Leggi la biografia completa

Scopri tutte le opere di Pietro Biagio Panno

Metodi di pagamento

Metodi di spedizione

chat Commenti (0)