Abstract

PEREQUAZIONE E COMPENSAZIONE IN URBANISTICA

Il primato dell’interesse generale nella pianificazione urbanistica

Il testo ha l’obiettivo di approfondire le questioni che affrontano quotidianamente i Comuni in ordine al problema della realizzazione delle opere e delle attrezzature pubbliche, cercando di individuare strumenti alternativi alla tradizionale espropriazione per pubblica utilità. L’approfondimento di istituti tecnico-giuridici, quali “perequazione” e “compensazione”, ha lo scopo di illustrare i meccanismi che consentono ai Comuni di utilizzare, per la perequazione, una tecnica di progettazione degli strumenti urbanistici comunali che offra, contemporaneamente, una maggiore equità e la realizzazione di un patrimonio pubblico a costo zero e, per la compensazione, la possibilità di monetizzare il patrimonio rappresentato dalla edificabilità potenziale riconosciuta al territorio comunale.I due istituti sono esaminati, in generale, con riferimento alla legislazione statale ed, in particolare, con riferimento alla legislazione della Regione Campania che ha introdotto, nel proprio ordinamento, perequazione, compensazione ed incentivazione con il regolamento n. 5 del 4 agosto 2011.

Dettagli Libro

  • Autore: Alberto Coppola
  • Collana: Urbanistica & Territorio | U09
  • Formato: 17 x 24
  • Pagine 104
  • Edizione 1 | Settembre 2014
  • ISBN-13: 978-88-95315-26-3
  • Prezzo € 15,00

Acquista online

Indice

Presentazione

Prof. Avv. Guido D’Angelo

Introduzione

Capitolo 1 – Zonizzazione ed edificabilità privata
1.1 La redazione degli strumenti urbanistici comunali generali con la tecnica tradizionale | 1.2 Edificabilità ed interesse generale
Capitolo 2 – Modalità di acquisizione di aree pubbliche diverse dall’espropriazione
2.1 Perequazione e compensazione

Capitolo 3 – La perequazione urbanistica
3.1 La giustizia distributiva nella pianificazione territoriale | 3.2 La scelta della perequazione nella pianificazione urbanistica | 3.3 Riflessi giuridici e fiscali della perequazione urbanistica | 3.4 La forma del piano perequativo | 3.5 La perequazione urbanistica nella L.R. Campania n. 16/2004 e nel regolamento n. 5/2011 | 3.6 Proposta di modalità applicative della perequazione nella Regione Campania | 3.7 Dal principio perequativo all’attuazione | 3.8 Il percorso per l’elaborazione della perequazione tra piano programmatico e piano strutturale

Capitolo 4 – La compensazione urbanistica 
4.1 I principi generali della compensazione urbanistica | 4.2 Perché la compensazione nella pianificazione urbanistica | 4.3 Riflessi giuridici e fiscali della compensazione urbanistica | 4.4 Modalità di applicazione della compensazione urbanistica: modelli e finalità | 4.5 La compensazione urbanistica nella Regione Campania – Il regolamento n. 5/20114.6 Il Registro dei crediti edilizi | 4.7 Proposta di modalità applicative della compensazione nella Regione Campania: compensazione diretta o puntuale o qualificata | 4.8 Aspetti operativi dell’applicazione della compensazione urbanistica | 4.9 L’applicazione della compensazione per la eliminazione di opere incongrue  o di strutture degradate | 4.10 Piano Urbanistico Comunale e crediti edilizi | 4.11 La differenza fra compensazione e perequazione
Capitolo 5 – Le valutazioni economiche degli interventi 
5.1 Fattibilità tecnico-urbanistica, amministrativa ed economico-finanziaria degli interventi | 5.2 I costi insediativi | 5.3 Le opere di urbanizzazione
Allegato – Registro tipo dei crediti edilizi

Glossario

Autore

Alberto Coppola, professore aggregato di Legislazione Urbanistica presso la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi Federico II di Napoli, architetto ed avvocato, è autore di numerose pubblicazioni relative alla legislazione urbanistica ed edilizia statale e regionale ed alla legislazione per i beni culturali ed il paesaggio. è consulente di Tribunali e Pubbliche Amministrazioni in materia edilizia ed urbanistica.